Riviste di uncinetto? Ecco cosa non comprare

Due "riedizioni" a confronto
Compro raramente riviste di uncinetto o con schemi per altri tipi di lavorazioni. Trovo che internet permetta di trovare schemi (anche a pagamento, non per forza gratuiti) di maggior qualità e più, passatemi il termine, contemporanei. Inoltre non amo centrini, pizzi e merletti vari spesso diffusi e profusi all'interno di tutte le riveste.
Ma ero in vacanza e, complice il mio compagno che mi ha mandato a fare "acquisti" dal giornalaio ho deciso di ritentarci e comprare una rivista. Non ho saputo resistere al fascino della carta lucida e colorata.
Mai più, per l'ennesima volta mai mi riprometto di  non acquistare mai più una rivista, soprattutto se sigillata nel suo cellophane protettivo. Eppure questa volta, credevo, di esser stata più attenta.
Ho acquistato "Stupisci con l'UNCINETTO", editore Cigra e vivamente vi sconsiglio di prenderlo.
Riedizione è stampato in un angolo a destra, sopra una foto di un paio di scarpine all'uncinetto, diversi fiori e altri oggetti. Leggo frettolosamente la data stampata in copertina: Apr/maggio 2015 e il prezzo 4.50€.
Tutto sommato spendibili, a fronte delle 100 pagine di idee originali e colorate e della borsa in copertina che, finalmente, non è in fettuccia.
Arrivata a casa ho finalmente il tempo di aprirla. Sotto la pagina "pubblicitaria", trovo la rivista "l'Atelier della Creatività - idee all'UNCINETTO".  E' sicuramente un reso, tanto è vero che vi è incollata sopra una etichetta! Non ho fatto una foto, ho solo pensato a toglierla facendo il minor danno possibile. In fin dei conti, anche se non apprezzo questo tipo di comportamento capisco la necessità di smaltire gli arretrati. Avrei preferito fosse integro, ma una svista capita a tutti. Il mio occhio però cade nell'angolo in basso a destra, e qui però un po' mi arrabbio: cambia il bimestre di riferimento Ott/Nov ma anche il prezzo che scende a 3.90€. Ed è a sua volta una riedizione!
Quindi, ho pagato 60 centesimi in più (non vado di sicuro in rovina, ma me li sarei volentieri risparmiati) una riedizione di una riedizione (che altro non è che un modo più gentile di chiamare i resi dagli edicolanti), non in perfette condizioni.
L'acquisto è fatto, inizio a sfogliare anche se ormai con malavoglia la mia nuova (ahahah!) rivista. Al suo interno trovo due riviste incollate tra loro: Scarpette e Coordinati (Nov/Dic 2013) e Più Uncinetto (Apr/Mag 2014).
Se avessi conosciuto davvero il contenuto della rivista e, colpa mia, se non fossi stata così attratta dalla borsa in copertina sicuramente non avrei mai acquistato la rivista. La borsa c'era, ma ovviamente era l'unico accessorio di questo tipo riprodotto nella rivista.

Voi avete qualche rivista da sconsigliare o, ancora meglio, consigliare? Perchè?

Commenti

  1. Ciao Sara, una volta è capitato anche a me di comprare attratta dalla copertina edizioni vecchie di schemi punto croce, adesso non compro più nulla...come hai detto tu internet fornisce meglio e all' istante idee migliori e non sempre gratis, una rivista uncinetto buona di Cifra è uncinetto punto per punto, chiaramente per chi come me sa fare le basi e vuole imparare, ma ci so o anche spunti creativi molto belli , ciao cara buon iniziò settimana

    RispondiElimina
  2. Ciao Roberta! grazie per il suggerimento! se la troverò non incellophanata darò un occhio alla rivista che suggerisci!

    RispondiElimina

Posta un commento